'The T Word' un anno dopo: ecco come questi giovani trans stanno facendo la differenza

T Word One Year Later

Un anno fa, Laverne Cox's Documentario vincitore di un Emmy 'The T Word' è andato in onda su MTV. Il tour de force emozionante e illuminante ha profilato diversi giovani transgender, raccontando i loro viaggi personali per vivere le loro verità.

https://www.youtube.com/watch?v=eXkVAKO8Mts

In onore della Transgender Awareness Week, MTV News ha incontrato le star di 'T Word' Daniella Carter, Shane Henise e Zoey Luna per scoprire cosa è cambiato in un solo anno.





Daniella Carter

Ryan Lash/TED via Daniella Carter

In 'The T Word', Daniella ha raccontato gli eventi accaduti dopo essere stata violentata a New York City, vale a dire che gli operatori ospedalieri non le hanno prestato cure adeguate perché pensavano che potesse essere una prostituta.



MTV: Come è cambiata la tua vita da quando 'The T-Word' è andato in onda un anno fa?

CC: Sembra ieri che stavo piangendo alla prima di 'The T Word' perché stavo dicendo la mia verità e la condividevo con la famiglia, gli amici, i membri della comunità e il mondo. ... Mi sono fidanzato, mi è stata data l'opportunità di parlare per la mia comunità in luoghi vicini e lontani, ho visto un mondo così lontano dalle lotte con cui ho vissuto da bambino.

Ero libero da traumi, abusi e violenze che ho incontrato da bambino; Ero libera di essere libera, di essere me stessa, Daniella Carter.



Lo scorso giugno, ho avuto la fortuna di trasferirmi nel New Mexico e di avere accesso all'assistenza sanitaria necessaria per il trans, qualcosa con cui avevo lottato a lungo e duramente prima. Oggi posso dire che essere felice al 100% con chi sono e felice al 110% con chi spero di essere è la mia benedizione.

puff papà e la famiglia

So che 2,5 milioni delle mie sorelle e dei miei fratelli stanno camminando e dormendo nelle stesse strade che chiamavo casa. Sapere che non solo ho un posto da chiamare casa, ma che ho una famiglia che mi ama e mi accetta, e un futuro di infinite possibilità, mi ricorda quanto sono fortunato a superare le mie avversità.

gambino infantile e chance il rapper

MTV: Come sei diventato più coinvolto nell'attivismo?

CC: Ho tenuto discorsi in occasione di eventi locali, nazionali e internazionali, comprese tavole rotonde con leader politici e dignitari. Ho continuato a motivare i giovani a raggiungere i loro obiettivi ea sviluppare strumenti per superare le loro avversità. Sono stato anche riconosciuto nella lista Trans 100 del 2015.

Ho collaborato con Miss Universo e altri per condividere le nostre esperienze superando i senzatetto. Inoltre, ho avuto l'opportunità di lavorare con varie celebrità per sensibilizzare l'opinione pubblica sui giovani senzatetto LGBTQIA. Ho condiviso la mia esperienza alla 'Conferenza Time to Thrive' della campagna per i diritti umani per i giovani LGBTQIA. Ho partecipato alla Giornata annuale dei leader emergenti della Casa Bianca, mettendo in evidenza 100 leader neri. Di recente sono diventata ambasciatrice giovanile della fondazione per i diritti umani.

Non riesco nemmeno a credere di dirlo, ma ho anche tenuto due discorsi TEDX e ho parlato al primo storico evento TED TALK LIVE a Broadway qui a New York. Sono orgoglioso di dire che abbiamo fatto molta strada in termini di libertà e amore, ma non possiamo dimenticare che abbiamo una lunga strada da percorrere. Siamo all'inizio della creazione di comunità affermative e inclusive per tutte le persone trans e chiunque decida di essere diverso.

Shane Henise

Shane Henise

All'epoca in cui andava in onda 'The T Word', Shane era uno studente universitario.

MTV: Com'è cambiata la tua vita da quando 'The T Word' è andato in onda un anno fa?

SH: Non avrei mai potuto immaginare come 'The T Word' avrebbe cambiato la mia vita, ma sono così fortunato per tutte le opportunità che mi sono state date da allora.

Per iniziare, mi sono laureata presso la mia istituzione universitaria Magna Cum Laude e ad agosto ho iniziato un programma di laurea presso il Teachers College della Columbia University. Ora sto lavorando per un Master in Educazione in Counselling Psicologico. Mi sono trasferita a New York City e ho iniziato a fare il lavoro che mi appassiona di più. Attualmente sto servendo come stagista Trans Media presso GLAAD, dove non sto solo creando media, ma anche elevando le voci delle persone e monitorando i media attuali.

Facendo parte di 'The T-Word', ho capito che amo il lavoro sui media! Dalla prima sono apparso in altri video, serie web, conferenze e ho persino girato un video musicale. Attualmente ho un contratto con una delle prime agenzie di modelle trans, Trans Models NYC.

MTV: Come sei diventato più coinvolto nell'attivismo?

SH: Anche quando 'The T Word' è stato presentato in anteprima, ero stato coinvolto nell'attivismo, ma ora dedico ogni mio giorno a migliorare le situazioni per la comunità trans. Lavorare con GLAAD è stata un'esperienza straordinaria in cui sono in grado di difendere la mia comunità ogni giorno.

Sono entrato in contatto con la comunità trans qui in città e sono stato in grado di incontrare così tante persone influenti che fanno il lavoro. Recentemente ho lanciato una campagna fotografica con GLAAD mettendo in evidenza le esperienze di microaggressioni transgender, che è stata sollecitata dalla pubblicazione del mio primo articolo accademico. Sto lavorando sia davanti che dietro la telecamera per assicurarmi che le storie trans siano raccontate da un luogo veritiero, onesto e autentico.

Zoey Luna

guarda questa fotografia meme
Zoey Luna

Un anno fa, Zoey aveva 12 anni e viveva a Los Angeles con sua madre, il cui sostegno alla figlia è incrollabile.

MTV: Come è cambiata la tua vita da quando 'The T-Word' è andato in onda un anno fa?

ZH: Per me, la vita dopo 'The T Word' mi ha reso molto più fiducioso e molto più orgoglioso di essere transgender.

MTV: Come sei diventato più coinvolto nell'attivismo?

ZH: Prima di 'The T Word', ero già impegnato nell'attivismo. Ma oggi faccio cose molto più audaci, come parlare a folle enormi del sostegno alla famiglia e delle questioni transgender. Ho anche fatto un paio di riviste, come il numero di novembre di Seventeen Magazine . Ho anche potuto partecipare alla campagna multipiattaforma nazionale SOMOS LOUD. Dai un'occhiata a Somosloud.org .