Recensione di 'Solatorobo: Red The Hunter' - Chi ha fatto uscire i cani?

Solatorobo Red Hunterreview Who Let Dogs Out

DA MTV GEEK:

Solatorobo: il cacciatore rosso





di Jason Cipriano

Quando i giochi prendono elementi apparentemente casuali di altri giochi e li fondono tutti insieme in uno, i risultati sono generalmente meno che stellari. Tuttavia, l'ultima versione di XSEED, la versione localizzata di 'Solatorobo: Red The Hunter' di CyberConnect2, riesce a mescolare mech, giochi di ruolo, enigmi, azione e cani e gatti antropomorfi in un gioco, e in qualche modo ci riesce.



LE BASI

La storia di 'Solatorobo' inizia con Red, il personaggio principale del gioco, che si infiltra in un enorme dirigibile, alla ricerca di un file confidenziale. Tutto va bene fino a quando non si imbatte in un misterioso medaglione e in un passeggero clandestino, Elh, il primo dei quali fa apparire un mostro gigante che attacca la nave. Red ed Elh scappano, solo per trascorrere il resto del gioco indagando sulla Repubblica dei Pastori con la sorella di Red, Chocolat, in punta di piedi, cercando il vero significato dietro il medaglione e la loro esistenza. Il resto di questa avventura si svolge come un gioco di ruolo basato sull'azione che fa molto affidamento sulla sua storia e sui suoi personaggi, poiché è la forza trainante. Oltre alla storia principale, il gioco include anche una modalità GP multiplayer che si svolge sostanzialmente come 'Mario Kart' per i dirigibili del gioco.

Continua a leggere su MTV GEEK!



Post correlati:

'Mass Effect' Comic Edition Debutta al NYCC

Xbox Live taglia i prezzi a bordo e giochi di carte

zenon: ragazza del 21° secolo