Una storia condensata di rapper bianchi

Condensed History White Rappers

Rapper bianchi. Quanti di noi li amano? Essere un rapper bianco è una dura battaglia in un settore con una complessa sovrapposizione di richieste culturali, sociali e capitaliste. Le domande vengono sollevate: sei abbastanza reale? Il tuo background è importante? È più difficile o più facile per te avere successo nel settore perché sei bianco? Hai appena firmato perché la casa discografica sa che i genitori bianchi preoccupati sono molto più propensi a comprare le tue cose per i loro figli rispetto alla musica fatta da un tizio dalla pelle scura con le griglie di diamanti? Puoi dire la n-parola? dovresti? Mentre l'hip-hop lotta con la propria identità in rapida alterazione - il tipo di mondo in cui un Meek Mill verificato per strada può venire per l'ex Drake urbano e vedere la propria carriera quasi crollare di conseguenza - diventa sempre più difficile dire chi ha quale diritto di essere coinvolto in quale musica.

Rakim, ampiamente considerato uno dei più grandi rapper di tutti i tempi, una volta pronunciò la frase: 'Non è da dove vieni, è dove sei'. Questa è la chiave di volta di una canzone, ' So che hai l'anima ,' è diventato una sorta di manifesto per la cultura hip-hop. Si tratta di abilità, non del tuo background , sembra dirci Rakim. Sputi le tue rime, e questo è tutto ciò che conta. Se sono stravaganti, torna indietro e fai pratica finché non lo sono. Da dove vieni, che aspetto hai, non ha importanza. (Che è esattamente il modo in cui Meek è stato mangiato da Drake.)





Il fatto che alcune persone abbiano interpretato le parole di Rakim come un appello al daltonismo riflette il tipo di idealismo che ha caratterizzato l'hip-hop nelle sue fasi nascenti. Anche nel 1987, quando Rakim pronunciò quella frase, la gente stava iniziando a consacrare l'idea di un'età dell'oro precedente, quando il genere - ancora privo di grandi affari finanziari e interventi aziendali, e prima dell'epidemia di crack e della sua conseguente carneficina nichilista - non era nulla più che una bella soluzione alle complicazioni più urgenti della povertà. Era un'espressione artistica urgente creata magicamente dagli ingredienti più semplici: giradischi, microfoni, bombolette spray, pareti, cartone. Le troupe avevano la stessa probabilità di combattere l'una contro l'altra con abilità di danza e rima come con sparatorie e violenza. La forma d'arte è stata guidata da una devozione ad alta integrità alla qualità e alla disciplina, o almeno così va la storia.

Chissà quanto sia mai stata accurata questa idea del primo hip-hop? Resta il fatto che è ancora aggrappato a oggi da accademici e storici che hanno cementato una narrazione di una musica che non vede il colore. L'ironia dell'hip-hop è che la sua riconoscibilità universale è proprio ciò che le persone usano per negare ciò che altri vedono come il suo centro spirituale: l'autodeterminazione per i giovani neri e bruni che sono alla fine perdente di molteplici oppressioni. Man mano che il genere passava dall'arte al trambusto fino all'industria a tutti gli effetti, le multinazionali iniziarono a esercitare un maggiore controllo sui suoi prodotti e sulla sua direzione. Proteggere le sue radici culturali contro il conseguente afflusso opportunistico divenne una missione da martire; tanto che lo stesso Rakim ha ritenuto necessario riformulare la sua famosa linea, collocandola in un contesto completamente diverso nel suo singolo del 1990 Nel ghetto : 'Così raccolgo i miei soldi, poi scivolo / Ho la schiena, la mia pistola è dalla mia parte / Non dovrebbe essere così / Immagino che non sia da dove vieni, è dove tu' sono a.' Piuttosto che un invito aperto per tutti al rap, la linea è trasformata in un necessario promemoria degli inizi cupi del genere. E forse un sottile disgusto per ciò che stava già diventando.



Ci si chiede cosa pensi oggi Rakim dell'hip-hop. Jazz, blues e rock erano un tempo i generi inventati dalla classe inferiore nera che nel tempo sono diventati musica bianca. Con la manifesta popolarità dei rapper contemporanei come G-Eazy, Macklemore e Riff Raff, non è difficile immaginare che il rap alla fine segua la stessa strada. Con questo in mente, ecco una cronologia condensata di rapper bianchi e il loro movimento lento ma costante in posizioni di spicco del rap.

1981 : Il il primo verso rap in assoluto su MTV viene da una donna bianca di 36 anni che ha fatto irruzione nell'industria cantando di supporto per un gruppo folk degli anni '60 chiamato Il vento tra i salici . La canzone, Rapture, del gruppo new wave Blondie, diventa anche la prima Tabellone hit n. 1 per mettere in evidenza il rap. New York negli anni '80 era sede di un'inebriante scena di club in cui artisti del centro come Blondie si guadagnavano il successo scoprendo tendenze dei quartieri alti come il rap, la break dance e i graffiti con origini nel South Bronx. Questa narrazione è così comune che è la trama del primo film hip-hop, il classico indie del 1983 Stile selvaggio , che racconta la storia ansiosa della classe di un writer del Bronx il cui lavoro è trasformato in arte da una galleria del centro da un intrepido giornalista bianco.

1983: Rodney Dangerfield segna il secondo video rap di MTV con la traccia novità ' Rappin Rodney .' Il vecchio ha battute e giochi di parole, ma il principale MC che uccide al microfono è se stesso. I punti salienti includono che ero un bambino brutto, non mi sono mai divertito / Mi hanno portato a una mostra canina e ho vinto! La canzone raggiunge il numero 83. Nessun nero ha ancora rappato sul canale musicale.



1984: Entra Shawn Brown, che segna un colpo minore con Rappin' Duke , un'altra novità basata sulla domanda senza tempo, e se John Wayne fosse un MC? Brown è nero, ma la premessa comica è incentrata sull'idea di un uomo bianco al microfono. Anni dopo, Biggie Smalls avrebbe gridato la canzone come un momento rap seminale nel suo singolo di debutto autobiografico, ' succosa .' 'Rappin' Duke' raggiunge il numero 73 sul Tabellone classifiche e persone di colore si radunano intorno agli stereo, scuotendo i loro riccioli Jheri dalle risate. Sarebbe divertente , pensiamo, se i bianchi davvero facessero rima .

1986: I bianchi in realtà fanno rima. La neonata etichetta Def Jam firma i Beastie Boys, tre rifugiati da una scena hardcore di New York in estinzione. Vengono messi di fronte a un 808 in forte espansione e alcuni battiti sparsi, e lasciano cadere il classico Concesso in licenza a Ill , che batte ogni record, vendendo oltre 100.000 copie nella prima settimana (con l'aiuto di un accordo di distribuzione con la Columbia) e raggiungendo il disco di platino meno di tre mesi dopo la sua uscita. Il successo di rottura è il semplice inno della confraternita rap-rock (Devi) Combatti per il tuo diritto (alla festa) , ma Paul Revere e Tienilo adesso, colpiscilo sono accettati come pezzi grossi dai dj neri di New York. Aprono per Madonna e, insieme ai Run-D.M.C. durante il tour di Raising Hell, elevano i numeri dell'hip-hop da nicchia a livelli mainstream, arruolando intere fasce di consumatori suburbani nelle legioni di fan del genere.

1989: Il duo dei Queens MC Serch e Pete Nice debuttano come 3° basso , il primo atto rap bianco per il quale la bianchezza non è almeno in parte una strepitosa trovata crossover. Il loro sforzo in studio di apertura, L'album dei cactus , presenta legittime abilità di rima dell'epoca d'oro e gli stessi grossi cutup di James Brown dei loro contemporanei neri. Produttori come Prince Paul (De La Soul) e The Bomb Squad (Public Enemy) aderiscono, prestando loro ulteriore buona fede. Loro dopo Manzo con i Beastie Boys su alcuni ci può essere solo una merda, e, nel 2007, un Serch post-pensionamento ospita VH1 Lo spettacolo rapper (bianco) , in cui eleva il compito di assicurarsi che i rapper bianchi procedano con il dovuto rispetto in una ricerca spirituale.

Drake viene colpito da degrassi

1990: Vanilla Ice, alias Robert Van Winkle, riporta i bianchi indietro di 1.000 anni impegnandosi nell'atto di perpetrazione più eclatante da quando La donazione di Costantino . Il rapper di Miami ottiene un enorme successo con la sua canzone molto cool Ice Ice Baby , che si basa su un campione non accreditato Queen-David Bowie mescolato con un canto della confraternita nera Alpha Phi Alpha. (Alla fine avrebbe pagato Bowie e i Queen, ma non la confraternita.) Poi prende i suoi talenti da All'estremo allo schermo , probabilmente mancando solo di poco un Oscar. Dopo che sono circolate voci secondo cui il signor Van Winkle ha generosamente esagerato la sua educazione da cappuccio, viene rovesciato dal trono solo per riemergere periodicamente, come Lestat, nel corso della storia come un atto nü-metal più che decente , a tacco reality show , a guru immobiliare , e un vero e proprio presunto ladro . (Ice ha raggiunto un patteggiamento con i pubblici ministeri della Florida, citando ' un fraintendimento .') I bianchi guardano in profondità nelle loro anime e mettono in discussione il loro scopo, incluso Eminem, che ha affermato che 'Ice Ice Baby' gli ha fatto venire voglia di smettere di rappare. È il primo singolo hip-hop a raggiungere il numero 1 della classifica Tabellone grafici.

1991: Il nome effervescente Marky Mark e il Funky Bunch arrivano proprio con il tipo di ' Vibrazioni positive ' di cui hanno bisogno i rapper bianchi nella loro ora buia post-Vanilla. Mark Wahlberg, alias The Shirtless Southie, esce dal tiepido di suo fratello Donnie I nuovi bambini arrivati ​​nei paraggi ombra e invita Nero Bianco Rosso e Marrone a sentire la Vibrazione, dimenticando forse che almeno alcune di quelle persone avevano già sentito la sua vibrazione molto prima che diventasse famoso. Tuttavia, il futuro attore e professionista Volto di confusione colpisce l'oro della RIAA con questo classico Eurodance/jock jam. La canzone trova anche la sua strada per a Tabellone No. 1 posto.

1992: Il successo della festa di House of Pain Salta in giro ' finalmente si ritaglia uno spazio sicuro per i razzisti ubriachi per godersi liberamente l'hip-hop. I neri usano la canzone come una stella polare invertita per determinare con precisione quali club viaggiare nella direzione opposta. Gli eventi sportivi professionali si trasformano per sempre. Più tardi, Donald Trump suona la canzone al suo raduno e il frontman degli House of Pain Everlast salta in giro nelle menzioni di The Donald .

1993: MC Snow confonde tutti allo stesso tempo essendo un rapper canadese giamaicano bianco e lasciando cadere il selvaggiamente orecchiabile Far sapere , che presagisce sia il Smettila di fare la spia e il Occhiali alla fine del movimento del naso . La gente ride, ma a differenza di molti MC, Snow parla di quella vita, scontando una pena per tentato omicidio mentre il suo singolo di successo è in postproduzione. La canzone raggiunge il numero 1 del Tabellone classifica e vende quasi 2,3 milioni di copie in tutto il mondo.

1997: I Limp Bizkit e gli Insane Clown Posse fanno il loro debutto con una major, assicurando che i ragazzini bianchi abbiano una forma di rap che nessuno cercherà di incastrarsi. I pizzetti acquisiscono un significato spirituale. Milioni di ragazzi si rifiutano di lavare i loro berretti da baseball a tesa piatta per un anno intero. Skechers e stock di tatuaggi sui polpacci vanno alle stelle.

è Omarion e Marques Houston davvero fratelli

1999: Marshall Eminem Mathers rilascia il suo primo singolo per una major, Il mio nome è , prodotto dal Dr. Dre. Sputando sotto l'alter ego dello spacciatore, omicida, sessualmente violento e decisamente malato Slim Shady, Eminem cattura l'immaginazione di un gruppo di ragazzi bianchi e terrorizza tutti gli altri. Ma le sue abilità sono molto difficili da negare. La canzone raggiunge il numero 36 su Tabellone , e il Detroit MC avrebbe continuato a registrare 13 successi nella top ten e cinque numeri 1 (due dei quali con Rihanna), diventando anche l'unico rappresentante bianco nella discussione più grande di tutti i tempi.

Primi anni 2000: White Dude sostituisce Mentally Unstable Dude come accessorio irrinunciabile dell'hip-hop basato sulla cricca. Il Wu-Tang Clan espande i suoi ranghi per includere il collega Staten Islander Remedy, la cui traccia cupa ' Mai più ' segna sia l'inizio che la fine del sottogenere Rap di breve durata dell'Holocaust Memorial. Nel frattempo, Three 6 Mafia alleggerisce le cose con l'inclusione della sottovalutata Lil Wyte, che lascia cadere ' Finalmente Phamous ,' un inno impossibilmente sporco di Dirty South che sarebbe stato utilizzato per testare i bassi sugli impianti stereo delle auto in tutta Memphis e nelle aree circostanti. Alcuni stati oltre, Timbaland unisce le forze con il futuro fondatore del country rap Bubba Sparxxx per abbracciare allegramente il lato più brutto del rap bianco.

2004: Paul Wall di Houston congela l'intera nozione di rapper bianco semplicemente essendo un ragazzo bianco che rappa. Il suo debutto, ' Seduto di latoz ,' si trova al n. 93 delle classifiche ufficiali, ma è davvero duro come un classico di strada. Continua a rilasciare otto album in studio a regola d'arte, cementandosi come un pilastro del rap di Houston. Riesce anche a evitare quasi tutte le controversie basate sulla razza semplicemente essendo trill AF e cavalcando sporco insieme ai compagni Houstoniti Slim Thug e Chamillionaire, vincendo tre premi Ozone e una nomination ai Grammy nel processo.

2009: Asher Roth rivendica il rap per le persone che in realtà non fanno parte della cultura hip-hop con la traccia anodyne frat ' Amo il college .' I minivan ovunque si scontrano mentre il mondo lotta per risolvere il problema inizio - rompicapo: se fai una versione seria di una parodia di Lonely Island, anche quella è una parodia?

2011: Seattle arriva dura, come è solita fare Seattle, quando Macklemore e Ryan Lewis cadono il colpo , un album autoprodotto che continua a dominare le classifiche grazie a Negozio dell'usato e Stesso amore . Il mio allora figlio di 8 anni dichiara Macklemore il più grande rapper mai esistito. Sono deluso nell'apprendere che un bambino di 8 anni è troppo grande per abbandonarlo alla caserma dei pompieri. I Grammy, tuttavia, si schierano con mio figlio, portando al momento surreale del 2014 in cui Illest di Seattle spazza via la categoria rap dei premi e viene quindi dichiarato un artista rap migliore di tutti i viventi, incluso Kendrick Lamar. Macklemore mandava un messaggio privato a Lamar per dire quanto si sentiva in colpa per averlo derubato, e poi... pubblica pubblicamente quel testo privato su Instagram .

2014: La Bay Area lancia il suo cappello a cinque pannelli nell'anello rapper bianco sotto forma di G-Eazy, placando così tutti coloro che si sono mai chiesti come sarebbe se un DJ EDM avesse dei bar. L'aspetto tech-bro di Gerald Gillum e le sue caratteristiche in brani pop come la cover della cantante australiana Grace di ' Non mi possiedi ' procuragli un po' di sguardi da Guardians of the Culture, ma l'imbroglione di East Bay ottiene un raro cenno di approvazione dall'inappropriato nonno Too Short, che gli è valso un lasciapassare altamente provvisorio.

Da qualche parte nel tempo: Riff Raff succede. Nessuno sa cosa sia. Nessuno si sente bene a riguardo. Tutti coloro che lo guardano negli occhi sviluppano un misterioso prurito ascellare entro 24 ore. Ebro su Hot 97 notoriamente va per la sua giugulare , ma è ampiamente declamato come un odiatore e un razzista inverso per i suoi sforzi. È di nuovo Meek vs. Drake per la prima volta. L'unica voce della ragione è, ironia della sorte, Paul Wall, che poco dopo entra nello show per salutare gentilmente e rispettosamente indietro Ebro su , senza in realtà screditare Riff Raff, dimostrando ancora una volta che Paul Wall è la perfetta iterazione scientificamente ingegnerizzata di un rapper bianco.

2016: Donald Trump emerge come l'incarnazione di tutto ciò che non va nel rap bianco. Un uomo nato nella ricchezza e nel potere che urla iniziato dal basso ; vantarsi incessantemente di soldi , donne , e dimensione del cazzo ; sputare versi di battaglia a tutti quelli che lo guardano; e lasciarne troppi stili liberi terribili contare.

Conclusione: i rapper bianchi devono essere fermati.