La pubblicità di Central Park Five ci ha detto chi è veramente Donald Trump

Central Park Five Ad Told Us Who Donald Trump Really Is

Il 1 maggio 1989, Donald Trump pubblicò una pubblicità nel Notizie quotidiane di New York chiedendo allo stato di uccidere cinque scolari. Nessuno dei Central Park Cinque avevano più di 16 anni. Erano tutti neri o latini. Sotto la coercizione della polizia, avevano confessato il brutale stupro e l'aggressione di Trisha Meili, un banchiere di investimenti che aveva fatto jogging a Central Park. Sebbene fossero stati condannati, Antron McCray, Kevin Richardson, Yusef Salaam, Raymond Santana e Korey Wise non erano colpevoli del crimine. Dodici anni dopo, uno stupratore seriale di nome Matias Reyes ha confessato di essere l'unico aggressore e il suo DNA corrispondeva a quello trovato sulla scena.

Ma la possibilità dell'innocenza dei Cinque di Central Park, a quanto pare, non è venuta in mente a Trump quando ha pagato per condannarli sulla stampa. Ha concluso con un forte richiamo alla rabbia e alla paura: RIPORTATE LA PENA DI MORTE. RIPORTATE LA NOSTRA POLIZIA!'





Da bambino di terza media cresciuto in Ohio, non stavo tenendo traccia delle menzioni mediatiche più salaci di Trump (compresi i suoi sforzi deliberati per costruire un'immagine attraverso i tabloid come un magnate playboy che sembrava orgoglioso della sua infedeltà coniugale). Ma grazie al telegiornale notturno e alle microfiche della biblioteca - Internet del 1989 - ho saputo della sua caratterizzazione di cinque ragazzi bruni e neri (e, per procura, altri che assomigliavano a loro) come catalizzatori del crollo urbano e dell'erosione della legge e dell'ordine.

Nel 1989 ho scoperto chi è Donald Trump. Ventisette anni dopo, non è cambiato per niente.



La scorsa settimana, il surrogato di Trump e il senatore dell'Alabama Jeff Sessions sono apparsi in un programma radiofonico di Birmingham per discutere del recente discorso di Trump che apparentemente ha lanciato gli elettori afroamericani mentre chiedeva anche la fine della guerra alla nostra polizia. È stato un grande successo con Sessions, come ci si potrebbe aspettare. Quel discorso è stato grandioso, e Trump è sempre stato così, lui disse , difendendo il suo candidato. Ha comprato un annuncio - la gente dice che non era un conservatore - ma ha comprato un annuncio 20 anni fa nel New York Times [sic] chiedendo la pena di morte. Quante persone a New York, quel bastione liberale, erano disposte a fare una cosa del genere?

rimani gonfio uomo marshmallow citazioni

Questo probabilmente non è qualcosa che la campagna di Trump vuole discutere, anche con i suoi palesi appelli al nazionalismo bianco. C'è una sorta di ansia che esisteva intorno al caso [Central Park Five] quando stava accadendo, la professoressa di politica pubblica di Harvard Leah Wright Rigueur, esperta di partecipazione nera al Partito Repubblicano , ha detto a MTV News. È interessante vedere ora, specialmente quando pensiamo al trattamento dei giovani uomini, in relazione alla conversazione nazionale che abbiamo avuto intorno alla riforma per l'incarcerazione di massa, alla parità di trattamento ai sensi della legge e al movimento di riforma della polizia. Se fossi Donald Trump, non vorrei che nessuno parlasse dei Central Park Five.

Il candore delle sessioni dovrebbe spingere gli elettori a rivisitare il testo completo dell'annuncio, se possono sopportarlo. Lo sfogo del 1989 non è diverso da alcune delle divagazioni di Trump che abbiamo sperimentato nell'ultimo anno, dai podi dei rally e nelle interviste televisive. Come il suo discorso sulla legge e l'ordine della scorsa settimana, l'articolo si concentra sul presunto depotenziamento della polizia.



Che fine ha fatto il rispetto per l'autorità, ha scritto Trump nel Notizie del giorno , la paura di ritorsioni da parte dei tribunali, della società e della polizia per coloro che infrangono la legge, che violano arbitrariamente i diritti degli altri? Quello che è successo è il completo crollo della vita come la conoscevamo. Ha dichiarato, in lettere maiuscole, che LE LIBERTÀ CIVILI FINISCONO QUANDO INIZIA UN ATTACCO ALLA NOSTRA SICUREZZA!

C'era motivo, all'epoca, che alcuni newyorkesi si spaventassero. Il caso di stupro di un jogger di Central Park si è verificato mentre l'epidemia di crack stava raggiungendo il picco. Quell'epidemia portò con sé un'ondata di morte nera; dal 1984 al 1989, gli omicidi per uomini di colore tra i 14 e i 17 anni - intorno all'età dei Cinque di Central Park - raddoppiato . Questo non era un problema che metteva davvero in pericolo un ragazzo come Trump.

Ma spaventare i privilegiati ottiene voti; è una formula conservativa comprovata. Progettare il terrore bianco delle persone di colore può essere la prova più ovvia che un donnaiolo politico come Trump si qualifica come repubblicano.

Trump ha dipinto l'immagine mediatica di bande selvagge vaganti a Central Park dopo il tramonto come il risultato di un'atmosfera spericolata e pericolosamente permissiva che consente a criminali di ogni età di picchiare e violentare una donna indifesa e poi ridere dell'angoscia della sua famiglia. Sosteneva che questi criminali di ogni età ridono perché sanno che sfuggiranno alla punizione. Ha deriso la brutalità della polizia, mettendola tra virgolette. Eppure la polizia, allora come oggi, evitava regolarmente il carcere per aver ucciso sospetti neri. Le morti di Michael Stewart , un artista di graffiti ucciso dopo aver scarabocchiato su un vagone, e Eleanor Bumpurs , una donna malata di mente uccisa da due colpi di fucile, anni prima che entrasse in scena il caso di Central Park, rimangono ancora oggi ferite aperte nel tessuto razziale della città.

Piuttosto che chiedere una guarigione civica, l'annuncio di Trump chiedeva il sangue. Indulgendo in un mito classico sulle forze dell'ordine e ignorando le cause più sistemiche del crimine, Trump ha scritto che se la punizione è forte, gli attacchi a persone innocenti cesseranno. Chiedendo maggiori poteri di polizia, ha poi deriso l'idea che si dovrebbe mostrare compassione verso i giovani nelle aree urbane che commettono reati. Non voglio più capire la loro rabbia, recita il suo annuncio. Voglio che capiscano la nostra rabbia. Voglio che abbiano paura. Articolato per il fervore nazionalista bianco di oggi, che potrebbe sostituire lo slogan della campagna 2016 di Trump. Ed è anche il tipo di discorso che, nella testa del poliziotto sbagliato o del bravo ragazzo sbagliato, potrebbe trasformare un giovane nero in un hashtag.

Questo è il motivo per cui quella pubblicità del 1989 è la chiave per comprendere il tipo di cose che ascoltiamo oggi dalla campagna di Trump. La sua retorica allarmista non è solo razzista e iperbolica; parlato da una piattaforma abbastanza elevata, può essere pericoloso. Sappiamo che Trump lo fa ora, ma lo abbiamo visto per la prima volta 27 anni fa. Penso che una delle cose davvero scioccanti dei Central Park Five sia stata come l'idea di 'innocente fino a prova contraria' non fosse una conversazione che stavamo avendo, ha detto Rigueur. L'indignazione pubblica intorno al problema era febbrile. La frase 'selvaggio' viene fuori da questo perché è questa idea di neri e latini 'super-predatori' che vagano per New York City e violentano le donne.

Ne abbiamo sentito echi nel primo discorso della campagna elettorale di Trump l'anno scorso, quando riteneva che i messicani privi di documenti fossero stupratori. Ma lo abbiamo anche sentito di nuovo in quel discorso che Sessions ha tanto amato. Trump ha pronunciato queste osservazioni davanti a una folla quasi tutta bianca in una città quasi tutta bianca a circa 40 miglia a nord di Milwaukee, che era stata colpita pochi giorni prima da manifestazioni e disordini dopo che la polizia aveva ucciso la 23enne sospettata di colore Sylville Smith. Dichiarando che voleva il voto per ogni cittadino afroamericano che lotta nella nostra società di oggi e che desidera un futuro diverso e molto migliore, Trump ha anche descritto la vita dei neri in America come un inferno urbano smilitarizzato.

Stai vivendo in povertà. Le tue scuole non vanno bene. Non hai un lavoro, ha detto Trump a proposito dei neri due giorni dopo in Michigan, davanti all'ennesima folla pallida. Che diavolo hai da perdere? La mia risposta è: cosa deve fare l'elettorato afroamericano? guadagno votando per Trump?

Andrew Burton/Getty Images

Non ha imparato nulla dal giudicare male i Central Park Five. Dopo che New York City ha raggiunto un $ 41 milioni di regolamento nel 2014 con i cinque uomini ingiustamente condannati - dopotutto erano uomini - Trump ha pubblicato un editoriale pieno di disgusto , di nuovo in Notizie del giorno . Ha scritto che era ridicolo che la città offrisse un insediamento, e che l'insediamento non significa innocenza. Anche dopo il loro esonero, o Trump credeva ancora che fossero colpevoli o non poteva sopportare di essere così sbagliato. In realtà, potrebbe essere l'unica posizione in cui è stato coerente da allora.

lofi hip hop radio meme

L'annuncio, e la sua posizione impenitente nei confronti di quegli uomini innocenti, mostra che il presunto impegno di Trump per la legge e l'ordine si basa sul generare panico, non sul miglioramento della sicurezza. Questa è la posizione che prende un oligarca, non un funzionario pubblico. Sessions aveva ragione in un aspetto importante: lo stesso stronzo che ha scritto quella pubblicità di Central Park Five è quello che i repubblicani hanno nominato presidente.