Billie Lourd ricorda la mamma Carrie Fisher e la 'matrigna' la principessa Leia in un sincero editoriale

Billie Lourd Remembers Mom Carrie Fisher Andstepmomprincess Leia Heartfelt Op Ed

Billie Lourd ha scritto un sentito tributo alla sua defunta mamma, Carrie Fisher - e alla sua 'matrigna' Principessa Leia - in un editoriale per Volta . E se avevi qualche dubbio sulla conclusione della Skywalker Saga, questo saggio ti aiuterà a stare tranquillo: L'ascesa di Skywalker è stato davvero in buone mani.

Forse quelle mani non lo erano sempre bene, però. All'inizio del saggio, Lourd ricorda di aver evitato l'originale Guerre stellari trilogia come la peste, scrivendo: 'Mia madre amava dire alla gente che ogni volta che provava a indossarlo, mi coprivo le orecchie e urlavo:' È troppo rumoroso, mamma! Spegnilo!' – o domandare paurosamente: 'Quella signora in TV sei tu?''





Ma poi è arrivata la scuola media, e i compagni di classe maschi di Lourd hanno iniziato a sviluppare le loro cotte per la principessa di fantascienza di cui tutti ci siamo innamorati prima o poi. Fu allora che iniziò lo studio genuino di Lourd sul personaggio più famoso di sua madre: lei semplicemente avevo per saperne di più su questa signora - sua madre - per cui quei giovani adolescenti erano eccitati. Avrebbe voluto odiarlo, ha scritto: 'Ma fissando lo schermo quel giorno, ho capito che nessuno è, o sarà mai, caldo o figo come la F-cking Leia'.

lil wayne uomo mi mancano i miei dawgs

Ed è stato allora che ha iniziato ad apprezzare davvero tutte le persone che aspettavano in fila per incontrare sua madre, che si tatuavano la faccia di Fisher sul corpo, che nominavano i bambini in suo onore. Quando ha iniziato ad essere orgogliosa dell'eredità di sua madre, ha riconosciuto per la prima volta quanto fossero strettamente legate sua madre e la sua 'matrigna'.



Lourd tenne i suoi pensieri per sé, fingendo di non voler seguire le orme estremamente cool di sua madre - fino a quando un giorno, il destino è venuto a bussare. Fisher ha detto a sua figlia che il Guerre stellari voleva vedere Lourd nella loro sala delle audizioni. 'Ho fatto finta che non fosse un grosso problema - ho persino riso del concetto - ma dentro di me non riuscivo a pensare a nulla che mi potesse rendere più felice', scrive Lourd.

Barry King/WireImage

Sappiamo come è andata l'audizione; ha ottenuto il ruolo, apparendo al fianco del generale Leia Organa nel 2015 Il Risveglio della Forza e del 2017 Gli ultimi Jedi come tenente Connix. 'Nel nostro secondo film insieme, ho davvero cercato di fare un passo indietro e apprezzare quello che stavo facendo', riflette Lourd. 'Non potevo dirglielo perché pensava che fossi zoppa, ma vederla essere Leia questa volta mi ha fatto sentire una mamma orgogliosa.'

Circa sei mesi dopo la conclusione delle riprese, Lourd ricorda l'eccitazione di sua madre per il fatto che il prossimo Guerre stellari film - quello impostato per chiudere l'attuale trilogia - sarebbe il film di Leia. Non molto tempo dopo, sua madre morì inaspettatamente per un attacco di cuore.



miley cyrus carta mag sparare

'Perdere mia madre è la cosa più difficile che abbia mai passato', scrive Lourd. 'Ho perso il mio migliore amico. La mia piccola signora in TV. Mia mamma. E ho ereditato questa cosa strana e intimidatoria chiamata la sua eredità. Improvvisamente ero responsabile di quello che sarebbe successo dai suoi libri, dai suoi film e da un mucchio di altre cose travolgenti. Adesso ero il custode di Leia».

In quanto tale, aveva voce in capitolo su ciò che sarebbe accaduto al generale Leia nel film che avrebbe dovuto essere suo. E Lourd ricorda il giorno in cui il regista J.J. Abrams le ha detto la notizia che l'avrebbe lasciata 'senza parole': c'erano abbastanza filmati inutilizzati di Leia per fare ancora il suo film. 'Era come se ci avesse lasciato un regalo che avrebbe permesso di completare la storia di Leia', ricorda - un sentimento simile a quello che ha fatto eco Abrams, quando ha affermato che Fisher ha offerto il consenso divino per il riutilizzo del filmato inutilizzato.

Per quanto riguarda il suo ritorno al franchise, Lourd scrive: 'Sapevo che sarebbe stata una delle cose più dolorose e difficili che avrei mai fatto, ma ho detto di sì per lei, per mia madre. Per Leila. Per tutti Leia significa tanto. Per tutti quelli a cui Leia dà forza. Per i miei futuri figli, quindi un giorno avranno un altro film da guardare in cui mamma e nonna erano insieme. Così possono chiedermi della signora – ora signore – in TV e dirmi di abbassare il volume perché è troppo rumoroso.'

Lourd non pensa più a Leia come alla sua matrigna. 'Ora è il mio angelo custode', conclude. 'E io sono il suo custode.'

pg-13 cronologia delle valutazioni