Beta-bloccanti: cosa sono, cosa fanno ed effetti collaterali

Beta Blockers What They Are

Dott. Patrick Carroll, MD Rivisto dal punto di vista medico daPatrick Carroll, MD Scritto dalla nostra redazione Ultimo aggiornamento 02/03/2020

Quando sei in una situazione stressante o tesa, il tuo corpo ha una risposta naturale di lotta o fuga che fa battere il tuo cuore più velocemente del normale. I beta-bloccanti sono una classe di farmaci che impediscono agli ormoni dello stress che contribuiscono alla risposta di lotta o fuga del tuo corpo di influenzare il tuo cuore.

La maggior parte dei beta-bloccanti è progettata per trattare le condizioni cardiache, come l'ipertensione, un battito cardiaco irregolare o un alto rischio di infarto. Sono anche usati per trattare disturbi d'ansia, ipertiroidismo, tremori e malattie come il glaucoma.





Di seguito, abbiamo spiegato cosa sono i beta-bloccanti in modo più dettagliato e cosa fanno al tuo corpo quando li usi. Abbiamo anche spiegato come i beta-bloccanti possono essere utili per trattare l'ansia e calmare i nervi in ​​situazioni difficili e stressanti.

Cosa sono i beta-bloccanti?

Conosciuti anche come agenti bloccanti beta-adrenergici, i beta-bloccanti sono farmaci che bloccano gli effetti dell'adrenalina o dell'adrenalina - così come di altri ormoni dello stress come la noradrenalina - sul cuore.



L'adrenalina e la noradrenalina vengono utilizzate dal tuo corpo per attivare il tuo meccanismo di lotta o fuga , progettato per proteggerti in una situazione pericolosa.

Normalmente, essere in una situazione stressante fa sì che il tuo corpo secerne livelli crescenti di ormoni dello stress, inclusa l'adrenalina, con conseguente battito cardiaco notevolmente più veloce. Potresti anche notare che le tue mani diventano tremolanti e sudate, così come la tua voce diventa instabile e debole.

Molte persone sperimentano anche vertigini, un altro effetto fisico di un aumento dei livelli di adrenalina del corpo. Questo aumento di adrenalina - e i suoi effetti evidenti - può farti prendere dal panico quando sei sotto pressione.



I beta-bloccanti riducono gli effetti dell'adrenalina sul cuore, facilitando il rilassamento del cuore in presenza di ormoni dello stress. Invece di un battito cardiaco accelerato, il tuo cuore batterà a un ritmo normale, limitando gli effetti fisici dell'adrenalina sul tuo corpo.

Sono disponibili numerosi farmaci beta-bloccanti. La maggior parte dei beta-bloccanti mira specificamente al cuore, mentre altri possono anche colpire i polmoni e i vasi sanguigni.Beta bloccanti può anche funzionare per potenziare gli effetti di un'altra classe di farmaci noti come ACE-inibitori, che agiscono dariducendo la secrezione di angiotensina da parte del corpo, un ormone che può restringere i vasi sanguigni.

Cosa fanno i beta-bloccanti?

I beta-bloccanti sono usati per trattare diverse condizioni. La maggior parte dei beta-bloccanti è stata progettata per trattare condizioni cardiache come l'ipertensione e il battito cardiaco irregolare (fibrillazione atriale), che possono entrambi contribuire a uno stress eccessivo sul cuore.

la famiglia più stupida di mac miller

Riducendo la quantità di stress sui muscoli cardiaci, i beta-bloccanti possono rendere meno probabili gli attacchi di cuore e altri importanti problemi di salute, motivo per cui vengono spesso prescritti a persone con queste condizioni.

Molti medici prescrivono anche beta-bloccanti per l'ansia. Bloccando gli effetti degli ormoni dello stress come l'adrenalina sul tuo cuore, i beta-bloccanti possono bloccare gli effetti fisici dell'ansia sul tuo corpo, come sudorazione, battito cardiaco accelerato o vertigini.

Quando si utilizzano i beta-bloccanti per l'ansia, è importante capire che non trattano le cause psicologiche dell'ansia stessa. Invece, ti rendono più facile gestire la reazione fisica che il tuo corpo potrebbe avere ai sentimenti di ansia.

Alcuni beta-bloccanti sono anche usati per aiutare a trattare l'ipertiroidismo, che può contribuire a un'eccessiva perdita di peso, tremori, problemi di sonno, nervosismo e altri sintomi.

Oltre a trattare le condizioni cardiache e ridurre gli effetti fisici dell'ansia, i beta-bloccanti possono anche avere altri benefici per la salute.

Ad esempio, alcuni beta-bloccanti sono legata a livelli ridotti di perdita minerale ossea nelle persone con pressione alta che sono a rischio di condizioni come l'osteoporosi e il riassorbimento osseo, rispetto ai bloccanti dei canali del calcio.

I beta-bloccanti sono in uso dagli anni '60, ma oggi ci sono diversi beta-bloccanti sul mercato, molti dei quali sono attivamente utilizzati come trattamenti per disturbi cardiaci e ansiosi. Alcuni dei beta-bloccanti più utilizzati includono:

  • Acebutololo
  • atenololo
  • bisoprololo
  • Carteololo
  • Esmololo
  • metoprololo
  • Nadolol
  • nebivololo
  • propranololo
essere in controllo

Non è mai una cattiva mossa mantenere la calma

Acquista propranololo

Quali sono gli effetti collaterali dei beta-bloccanti?

Come quasi tutti i farmaci, i beta-bloccanti possono avere effetti collaterali. La maggior parte degli effetti collaterali dei beta-bloccanti sono abbastanza lievi. È anche possibile che i beta-bloccanti interagiscano con altri farmaci e causino effetti collaterali più gravi e gravi.

La stragrande maggioranza delle persone che usano i beta-bloccanti non ha effetti collaterali. Nel complesso, i beta-bloccanti sono sicuri e molto efficaci, con un basso rischio di effetti collaterali se usati secondo le istruzioni del medico.

Gli effetti collaterali più comuni dei beta-bloccanti sono:

  • Fatica. Poiché i beta-bloccanti fanno diminuire la frequenza cardiaca, è comune avvertire una leggera riduzione di energia. Alcune persone che usano i beta-bloccanti si sentono stanche dopo aver iniziato il trattamento a causa degli effetti del farmaco sul cuore.

    Se ti senti affaticato dopo aver usato un beta-bloccante, è meglio parlare con il medico. Il più delle volte, questo effetto collaterale può essere evitato modificando il dosaggio o utilizzando un diverso tipo di farmaco betabloccante.

  • Aumento di peso. Alcuni beta-bloccanti, in particolare i farmaci più vecchi come il metoprololo e l'atenololo, possono contribuire all'aumento di peso. Sebbene non vi sia consenso sul motivo per cui ciò accade, si ritiene che sia collegato alla ritenzione di liquidi o agli effetti del farmaco sul metabolismo.

    La maggior parte delle volte, l'aumento di peso dovuto ai beta-bloccanti è piuttosto lieve. Aspettati di guadagnare uno o due chili, semmai. Questo aumento di peso può spesso essere invertito passando a un altro beta-bloccante.
  • Piedi e mani fredde. I beta-bloccanti possono potenzialmente far sentire fredde mani e piedi a causa del loro impatto sulla circolazione sanguigna. Come molti altri effetti collaterali dei beta-bloccanti, questo può essere spesso evitato modificando il dosaggio o cambiando i farmaci.
  • Nausea, vertigini e vertigini. È abbastanza comune sentirsi leggermente storditi e storditi dopo aver usato i beta-bloccanti, specialmente le prime volte. Questo effetto collaterale è solitamente temporaneo e tende a scomparire dopo aver usato i beta-bloccanti per diversi giorni.

Ci sono anche molti effetti collaterali meno comuni dei beta-bloccanti. Questi includono:

  • Battito cardiaco lento. I beta-bloccanti sono progettati per alleviare lo stress cardiovascolare dandoti un battito cardiaco più lento. Se prendi una dose troppo grande del tuo farmaco beta-bloccante, è possibile che si verifichi bradicardia o battito cardiaco insolitamente lento.

    Se la tua frequenza cardiaca a riposo da sveglio è inferiore a 50 battiti al minuto dopo aver preso un beta-bloccante, contatta il medico. Questo effetto collaterale è più comune se usi bloccanti dei canali del calcio insieme ai beta-bloccanti per il trattamento dell'ipertensione.
  • Livelli più alti di colesterolo e trigliceridi. Alcuni beta-bloccanti possono causare una riduzione dei livelli di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL o colesterolo buono), nonché un aumento dei trigliceridi.

    Questo effetto collaterale è spesso temporaneo e può regredire nel tempo. Nel complesso, i beta-bloccanti sono efficaci nel trattamento delle condizioni cardiache e non dovrebbero essere evitati a causa del potenziale cambiamento dei livelli di colesterolo.
  • Attacchi d'asma. Anche se la scienza non è completamente risolta qui , alcuni beta-bloccanti sono collegati a un aumento del rischio di attacchi di asma nelle persone con asma grave.

    Questo effetto collaterale è più frequentemente documentato con i farmaci più vecchi. È meno comune con i nuovi beta-bloccanti, la maggior parte dei quali è sicura per le persone con asma da lieve a moderata.
  • Crampi. Sebbene sia raro, alcune persone avvertono crampi, in particolare negli addominali, durante l'uso di beta-bloccanti.
  • Depressione. Come gli attacchi d'asma, la scienza sui beta-bloccanti e la depressione non è completamente risolta. Una piccola percentuale di persone che usano i beta-bloccanti soffre di depressione e perdita di memoria, anche se ciò potrebbe non essere causato dal farmaco.

Poiché i beta-bloccanti influenzano la frequenza cardiaca, possono anche influenzare la tua vita in modi non correlati all'ansia e ai problemi cardiaci:

  • Interazione con stimolanti. Si raccomanda di evitare stimolanti come la caffeina durante l'utilizzo di beta-bloccanti, poiché la caffeina può aumentare la frequenza cardiaca, i sintomi di ansia e la pressione sanguigna, contrastando gli effetti dei farmaci beta-bloccanti.
  • Effetti sull'esercizio. Dopo aver preso un beta-bloccante, la frequenza cardiaca massima sarà inferiore al normale. Ciò significa che potresti avere meno resistenza durante l'esercizio, soprattutto se esegui esercizi cardiovascolari come corsa, ciclismo, camminata o canottaggio.
  • Consumo di cibi ad alto contenuto di sodio. Mangiare cibi ricchi di sodio, come il fast food, può aumentare la pressione sanguigna e aumentare la pressione sul cuore. Se ti viene prescritto un beta-bloccante per problemi cardiaci, è meglio evitare di mangiare cibi ricchi di sodio.
  • Consumo di cibi ad alto contenuto di potassio. Poiché i beta-bloccanti influenzano la capacità del tuo corpo di elaborare il potassio, si consiglia anche di evitare cibi ricchi di potassio se ti viene prescritto un beta-bloccante per problemi cardiaci o ansia.

Nel complesso, i beta-bloccanti sono un farmaco sicuro, affidabile ed efficace. La maggior parte delle persone che assumono beta-bloccanti sperimenta pochi o nessun effetto collaterale, specialmente con i nuovi farmaci usati oggi.

Beta-bloccanti selettivi e non selettivi

Esistono due tipi principali di farmaci betabloccanti: betabloccanti selettivi e betabloccanti non selettivi.

I beta-bloccanti selettivi sono progettati specificamente per bloccare il 1 recettori , che si trovano principalmente nel cuore. Poiché l'azione di questi beta-bloccanti è più specifica, di solito sono sicuri per l'uso in caso di diabete.

I beta-bloccanti selettivi comuni includono acebutololo, atenololo, bisoprololo, betaxololo, bevantololo, celiprololo, metoprololo, esmololo e nebivololo.

Poiché i beta-bloccanti selettivi influenzano solo i recettori β1, che sono concentrati nel tessuto cardiaco, tendono ad essere usati per trattare le condizioni cardiache e non sono un'opzione di trattamento popolare per l'ansia.

I beta-bloccanti non selettivi sono progettati per bloccare i recettori β1, β2 e β3. Ciò significa che oltre a colpire i recettori beta nel cuore, colpiscono anche le vene, il fegato, il pancreas e una serie di altre parti del corpo.

Justin Timberlake VMA 2013 prestazioni complete

I beta-bloccanti non selettivi comuni includono alprenololo, carteololo, oxprenololo, propranololo e sotalolo. Oltre ad essere usati per trattare alcune condizioni cardiache, i beta-bloccanti non selettivi possono essere usati per trattare alcuni effetti fisici dell'ansia .

A differenza dei beta-bloccanti selettivi, i beta-bloccanti non selettivi non sono considerati sicuri da usare in caso di diabete.

Ulteriori informazioni sui beta-bloccanti

I beta-bloccanti sono alcuni dei farmaci più utilizzati al mondo, prescritti per problemi cardiaci, ansia e altro. Sicuri, facili da usare ed efficaci, forniscono risultati rapidi e evidenti che li rendono ideali per prevenire ansia cronica e attacchi di panico.

I nostri guida al propranololo entra più in dettaglio su come funziona uno dei farmaci beta-bloccanti più utilizzati, dalla sua storia ai principali benefici, potenziali effetti collaterali, interazioni farmacologiche e altro ancora.



Questo articolo è solo a scopo informativo e non costituisce un consiglio medico. Le informazioni qui contenute non sostituiscono e non dovrebbero mai essere utilizzate per una consulenza medica professionale. Parla sempre con il tuo medico dei rischi e dei benefici di qualsiasi trattamento.