13 motivi per cui taglia dolorosamente in profondità i morsi dell'adolescenza

13 Reasons Why Cuts Painfully Deep Into Pangs Adolescence

[Spoiler per la prima stagione di 13 motivi per cui .]

13 motivi per cui è una ferita aperta, del tipo che pulsa e indugia a lungo dopo che il dolore iniziale è stato inflitto. Nel dramma Netflix, adattato dal romanzo YA di Jay Asher e presentato in anteprima il 31 marzo, l'adolescenza è cruda e irremovibile vista attraverso gli occhi dei suoi giovani personaggi. E Hannah Baker è la ragazza morta al centro di tutto.





Le tragiche circostanze che hanno portato Hannah a togliersi la vita sono al centro dello spettacolo, registrato su 13 nastri. Ogni cassetta, posta all'interno di una scatola da scarpe insieme a una mappa, è dedicata a una persona che pensa debba condividere una parte della colpa per la sua morte. La storia inizia quando la scatola da scarpe consumata, ora avvolta in un sacchetto di carta, si presenta alla porta del diciassettenne Clay Jensen (Dylan Minnette).

50 cent disses mite mulino

Incuriosito, Clay inserisce il primo nastro nella radio di suo padre (uno stereo portatile) e ascolta. Sto per raccontarti la storia della mia vita, più specificamente, perché la mia vita è finita, dice la voce di Hannah. E se stai ascoltando questo nastro, sei uno dei motivi per cui.



Netflix

Clay Jensen (Minnette) esamina il misterioso primo nastro prima di ascoltarlo.

Questa scoperta agghiacciante dà il tono a ciò che verrà. Ogni episodio si svolge come un mistero mentre Hannah, interpretata dall'esordiente australiana Katherine Langford, racconta gli eventi che hanno portato alla sua morte attraverso una serie di flashback. Le istruzioni di Hannah sono semplici: ascolta tutti e 13 i nastri, segui la mappa e poi passala alla persona successiva nell'elenco. Se non si conformano, verrà resa pubblica una seconda copia dei nastri, che svelerà i segreti di tutti.

Nella linea temporale attuale, Clay è la nostra bussola morale, e la sua complicata relazione con Hannah - prima come colleghe affini che si legano al loro imbarazzo condiviso, poi come qualcosa di più - diventa il punto cruciale crudo ed emotivo dello spettacolo. Minnette e Langford irradiano chimica sullo schermo mentre affrontano di tutto, dalla commedia al romanticismo adolescenziale, al dolore straziante con sfumature e autenticità reali - un'impresa compiuta senza una lettura chimica tradizionale, una pratica industriale utilizzata per valutare la compatibilità degli attori.



Trovare quella chimica è stato un processo collaborativo tra gli attori allora diciannovenni, il regista premio Oscar Tom McCarthy (che ha diretto i primi due episodi) e il produttore esecutivo vincitore del Premio Pulitzer Brian Yorkey, che sa che la più grande forza di uno scrittore è la capacità di ascoltare. Spesso integrava nelle sceneggiature i modi di fare e di parlare dei giovani attori.

Per Langford, che ha ottenuto il ruolo di Hannah dopo aver abbandonato la scuola di recitazione in Australia, Yorkey avrebbe usato alcune delle sue frasi colloquiali, come la sua predilezione per dire, Caro Signore. Con Minnette, Yorkey è andato anche oltre.

Gli dicevo cose che mi spaventavano riguardo alla recitazione o cose da cui ero intimidito, [e] ogni volta che menzionavo una di quelle cose, il prossimo copione che avremmo avuto, quel momento sarebbe stato lì, ha ricordato Minnette. Voleva continuare a sfidarmi e voleva che facessi cose di cui avevo paura in questo ruolo. Me l'ha davvero tirato fuori.

cibi che aiutano a rimanere eretti

Ciò significava permettersi di essere vulnerabile davanti alla telecamera. Con il progredire della serie di 13 episodi, la stabilità di Clay diminuisce mentre inizia a piegarsi sotto il peso del dolore di Hannah e dei misfatti dei suoi compagni di classe. Si scaglia contro tutti - i suoi genitori, i suoi insegnanti, il consulente scolastico, gli altri sui nastri e persino il suo amico più intimo, Tony (Christian Navarro) - per oscurare la propria colpa per essere stato complice del suicidio di Hannah.

Nel frattempo, Langford si fa carico di gran parte della gravità emotiva del dramma. La trasformazione di Hannah da spiritosa estranea a giovane donna suicida che maschera la sua angoscia è brutalmente commovente e 13 motivi per cui non rifugge mai dai momenti difficili. Hannah viene regolarmente molestata dai suoi compagni di classe maschi dopo che una sua foto invasiva, scattata dal suo cotta Justin (Brandon Flynn), viene inviata all'intera scuola. Pochi mesi dopo, la sua ex migliore amica, Alex (Miles Heizer), assegna ad Hannah il titolo di Miglior Culo in una classifica di classe, che non fa che rafforzare la sua reputazione di 'troia'.

Netflix

Justin (Flynn) mostra la foto intima che ha scattato di Hannah ai suoi amici Zach (Ross Butler) e Bryce (Justin Prentice).

cast di teen beach 2

Cose come mettere in giro una lista e avere il tuo nome in una lista che ti oggettiva, è un grosso problema e può avere grandi conseguenze, ha detto Langford. Essere al liceo è come essere in un mondo [diverso]. Questo è il tuo mondo, e non c'è alcuna prospettiva. Una volta che la tua reputazione è rovinata - in un certo senso, la tua reputazione è tutto - è tutto.

Nei nastri, Hannah spiega come è stata aggredita sessualmente in un ristorante pubblico, come il suo culo è stato afferrato in un minimarket, come si è sentita violata nei corridoi della scuola e, nell'episodio 12, come è stata violentata dal fratello d'oro della scuola, Bryce. Walker (Justin Prentice), nella sua vasca idromassaggio. Durante tutto questo, la telecamera rimane focalizzata su Hannah mentre ogni grammo di dolore, imbarazzo e paura si mostra sul viso di Langford.

Questo era intenzionale. E il materiale sensibile dello show, in particolare negli episodi 12 e 13, è stato discusso a lungo da Langford e dai produttori, tra cui Yorkey e la produttrice esecutiva Selena Gomez. (L'ultimo episodio mostra graficamente Hannah che si taglia i polsi in una vasca da bagno, un'immagine straziante che difficilmente gli spettatori dimenticheranno.) Langford ha anche lavorato con esperti medici e psicologici per aiutare a ritrarre accuratamente questo tipo di eventi traumatici.

La scelta di rimanere su questi momenti fino a un punto in cui mette a disagio il pubblico appena oltre è stata una decisione molto deliberata, ed è stata fatta perché volevamo mostrare la bruttezza e non usare questi eventi e problemi come dispositivi di trama o romanticizzarli in qualsiasi modo, disse Langford. In tal modo, sfida il pubblico.

Non stiamo glorificando questi atti, ha aggiunto Minnette. Obbligandoti a guardare, costringendoti a sussultare e a sentirti con il cuore spezzato, devastato e turbato... L'unico modo per farlo è spezzarti il ​​cuore perché questa è la vita reale.

Netflix

Hannah Baker (Langford) si trova nel corridoio della scuola.

Ma la soffocante mascolinità tossica in mostra non è l'unica ragione della tragica scomparsa di Hannah. Anche quelli come Clay, che hanno assistito in prima persona alla sofferenza di Hannah o hanno avvertito la sua crescente depressione e non hanno fatto nulla per aiutarla, sono anch'essi colpevoli. Naturalmente, Hannah si incolpa anche di voler vedere il meglio nelle persone e di dare una seconda possibilità quando probabilmente non avrebbe dovuto. Alla fine, Hannah si toglie la vita perché non pensa che ci sia una via d'uscita. Allontana persino Clay, forse il suo più stretto confidente e il ragazzo che amava, per paura di rovinarlo in qualche modo, come se la sua malattia potesse infliggere anche a lui.

acido ialuronico per cicatrici da acne

Per Langford, la parte più difficile del processo non è stata girare le scene più emotivamente estenuanti e mentalmente estenuanti della sua giovane carriera; è stato l'atto di lasciare andare il personaggio di Hannah Baker dopo aver vissuto con lei per 16 ore al giorno, sei giorni alla settimana, per sei mesi. È stato a un punto in cui l'ho interpretata per così tanto tempo e [avevo] guardato tutto e [aveva] vissuto indirettamente quello che aveva passato, ha detto. A quel punto non volevo lasciarla andare.

Essere un adolescente a volte può sembrare la fine del mondo. È un momento tumultuoso in cui gli alti possono sembrare euforici e i bassi possono sembrare decisamente apocalittici. Nonostante alcuni piccoli difetti, come il modo in cui a un certo punto gli altri ragazzi sui nastri intrattengono l'idea di uccidere Clay per farlo stare zitto, 13 motivi per cui cattura ciò che è veramente essere un adolescente con personaggi che sentono tutto tutto in una volta, tutto il tempo.

Trasmetto molti ruoli adolescenti che mi vengono inviati perché molto spesso non mi sembra vero, ha detto Minnette. È ricoperto di zucchero. Non c'è profondità.

Quando guardi roba che è YA, sembra che sia stata fatta YA. Non sembra vero, ha aggiunto Langford. Penso che abbiamo davvero rispettato l'intelletto del pubblico. Non era solo uno spettacolo sui giovani adulti. È uno spettacolo per adulti perché viene mostrato in un modo che è irremovibile e reale.

Se tu o qualcuno che conosci avete a che fare con una malattia mentale, ci sono modi per ottenere aiuto. Trova risorse, suggerimenti e aiuto immediato su metà di noi o chiama il National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK.